Passa ai contenuti principali

In Italia i veri sportivi sono gli over 75


In Italia i veri sportivi sono gli over 75, non i diciottenni: ce lo ha spiegato L’Istat a settembre, quando ha presentato i dati relativi alla popolazione anziana, compresi quelli specifici sulla pratica motoria. Si è così saputo che nel giro di 14 anni, tra il 1999 e il 2013, le percentuali di persone dedite a un’attività sportiva hanno subito un’impennata. 


Nella fascia di età compresa tra 55 e 59 anni, si è passati dal 57,1% al 61,9%; in quella delle persone tra 60 e 64 anni c’è stato un leggero calo (da 66,5% a 64,7%); tra gli over 65 il dato è stabile attorno al 61,7% e, qui arriva la sorpresa, gli over 75 hanno ribaltato la classifica, salendo dal 50% di sportivi del 1999 a una percentuale del 68,2% nel 2013.
Sicuramente la fortuna di “invecchiare bene” gioca il suo ruolo, senza troppi dolori e malanni, ma anche la voglia di stare bene, la gioia di vivere e l’impegno fanno tanto. E’ importante non abbandonarsi sul divano o davanti alla TV ma approfittare magari delle ore centrali della giornata durante l’inverno e verso il tramonto d’estate per fare una bella passeggiata.
A tal proposito suggerisco di scaricare le raccomandazione del diprtimento salute e benessere degli USA

www.cdc.gov/nccdphp/dnpa/physical/pdf/PA_Fact_Sheet_Adults.pdf 

In Italia i veri sportivi sono gli over 75, non i diciottenni: ce lo ha spiegato L’Istat a settembre, quando ha presentato i dati relativi alla popolazione anziana, compresi quelli specifici sulla pratica motoria. Si è così saputo che nel giro di 14 anni, tra il 1999 e il 2013, le percentuali di persone dedite a un’attività sportiva hanno subito un’impennata. Nella fascia di età compresa tra 55 e 59 anni, si è passati dal 57,1% al 61,9%; in quella delle persone tra 60 e 64 anni c’è stato un leggero calo (da 66,5% a 64,7%); tra gli over 65 il dato è stabile attorno al 61,7% e, qui arriva la sorpresa, gli over 75 hanno ribaltato la classifica, salendo dal 50% di sportivi del 1999 a una percentuale del 68,2% nel 2013.
Sicuramente la fortuna di “invecchiare bene” gioca il suo ruolo, senza troppi dolori e malanni, ma anche la voglia di stare bene, la gioia di vivere e l’impegno fanno tanto. E’ importante non abbandonarsi sul divano o davanti alla TV ma approfittare magari delle ore centrali della giornata durante l’inverno e verso il tramonto d’estate per fare una bella passeggiata.
- See more at: http://www.sfilate.it/259957/anziani-attivita-fisica-squadra-vincente#sthash.iQv90whI.dpuf
In Italia i veri sportivi sono gli over 75, non i diciottenni: ce lo ha spiegato L’Istat a settembre, quando ha presentato i dati relativi alla popolazione anziana, compresi quelli specifici sulla pratica motoria. Si è così saputo che nel giro di 14 anni, tra il 1999 e il 2013, le percentuali di persone dedite a un’attività sportiva hanno subito un’impennata. Nella fascia di età compresa tra 55 e 59 anni, si è passati dal 57,1% al 61,9%; in quella delle persone tra 60 e 64 anni c’è stato un leggero calo (da 66,5% a 64,7%); tra gli over 65 il dato è stabile attorno al 61,7% e, qui arriva la sorpresa, gli over 75 hanno ribaltato la classifica, salendo dal 50% di sportivi del 1999 a una percentuale del 68,2% nel 2013.
Sicuramente la fortuna di “invecchiare bene” gioca il suo ruolo, senza troppi dolori e malanni, ma anche la voglia di stare bene, la gioia di vivere e l’impegno fanno tanto. E’ importante non abbandonarsi sul divano o davanti alla TV ma approfittare magari delle ore centrali della giornata durante l’inverno e verso il tramonto d’estate per fare una bella passeggiata.
- See more at: http://www.sfilate.it/259957/anziani-attivita-fisica-squadra-vincente#sthash.iQv90whI.dpuf

Post popolari in questo blog

Inbound marketing per vendere benessere :cambia il comportamento di acquisto, occorre attrarre i clenti

Inbound marketing per il tuo centro fitness :sei pronto?

Intelligenza artificiale : arrivano i chatbot nel wellness

Intorno al “fenomeno chatbot” stanno nascendo ogni giorno nuovi servizi e nuove imprese.  Il via ufficiale alla corsa ai chatbot l’ha dato Mark Zuckerberg lo scorso 12 aprile quando, in occasione della conferenza a San Francisco dedicata agli sviluppatori, ha presentato i chatbot per Messenger, ovvero i programmi software che utilizzano il servizio di messaggistica di FB quale interfaccia attraverso la quale eseguire un numero determinato e circostanziato di compiti, dal fissare un incontro a dare notizie sul meteo.
Cosa è un bot? Con la parola “bot”, abbreviazione di “robot”, in informatica si intende un programma che ha accesso agli stessi sistemi di comunicazione e interazione con le macchine usate dagli esseri umani. In pratica sono programmi informatici che “parlano” come gli esseri umani. Siri e Cortana, gli assistenti personali messi a disposizione rispettivamente da Apple e Microsoft.
Nell’ambito del customer service, le chatbot utilizzano il potere crescente dell’intelligenza arti…