Passa ai contenuti principali

Il franchising protagonista nel fitness italiano : piccoli centri in franchising crescono

 Si svolgerà a Milano dal 3 al 5 novembre il Salone del Franchising a Milano e il fitness sarà protagonista.
 Crescono infatti gli imprenditori che decidono di lanciare piccoli centri in franchising.

Dai megacentri sportivi, alle boutique del fitness. Cambia l'approccio imprenditoriale al mondo del wellness in Italia. I grandi impianti sportivi cedono il passo ai piccoli centri del fitness, coniugando crescita di clienti e abbonamenti a rischi imprenditoriali bassi. E' il distretto del cosiddetto fast fitness: brevi sessioni di allenamento che combinano tecnologie dell'elettrostimolazione di ultima generazione con esercizio a corpo libero. 

 
Tra i brand leader in Italia c'è Fit Ando Go, startup del fitness nata nel maggio 2015 su iniziativa di due giovani imprenditori con anni di esperienza nel franchising. Undici centri fitness aperti, circa 3 milioni di fatturato annuo prodotto, più di 800 nuovi clienti acquisiti e oltre 40 dipendenti. Questi i numeri Fit And Go che cresce anche grazie ai bassi costi di franchising che possono partire anche da meno di 30 mila euro.
 

Altro marchio di successo è Mrs.Sporty con oltre 550 club operativi in 9 Paesi e più di 200mila iscritte, grazie a un metodo efficace e innovativo che permette alle donne di tenersi in forma in soli 30 minuti.
Mrs.Sporty è stata valutata in Germania il “Migliore sistema di franchising” per ben tre anni di fila (2012-2014) e garantisce formazione di elevata qualità, strumenti di marketing efficaci e collaudati, supporto continuativo e innovazione costante.
I club hanno dimensioni contenute, l’ambiente è gradevole e rilassato.
L’allenamento a corpo libero è specificamente studiato per loro e il team di allenatori è affiancato da una tecnologia innovativa e vincente che guida le clienti nell’esecuzione degli esercizi rendendo l’allenamento sempre vario e divertente.

Post popolari in questo blog

Inbound marketing per vendere benessere :cambia il comportamento di acquisto, occorre attrarre i clenti

Inbound marketing per il tuo centro fitness :sei pronto?

Intelligenza artificiale : arrivano i chatbot nel wellness

Intorno al “fenomeno chatbot” stanno nascendo ogni giorno nuovi servizi e nuove imprese.  Il via ufficiale alla corsa ai chatbot l’ha dato Mark Zuckerberg lo scorso 12 aprile quando, in occasione della conferenza a San Francisco dedicata agli sviluppatori, ha presentato i chatbot per Messenger, ovvero i programmi software che utilizzano il servizio di messaggistica di FB quale interfaccia attraverso la quale eseguire un numero determinato e circostanziato di compiti, dal fissare un incontro a dare notizie sul meteo.
Cosa è un bot? Con la parola “bot”, abbreviazione di “robot”, in informatica si intende un programma che ha accesso agli stessi sistemi di comunicazione e interazione con le macchine usate dagli esseri umani. In pratica sono programmi informatici che “parlano” come gli esseri umani. Siri e Cortana, gli assistenti personali messi a disposizione rispettivamente da Apple e Microsoft.
Nell’ambito del customer service, le chatbot utilizzano il potere crescente dell’intelligenza arti…