Passa ai contenuti principali

Shopper marketing anche nel fitness : le tendenze nel ForumClub 2017

Sono reduce dal convegno Forum Club di Bologna dove quest'anno si è respirato un clima nuovo rispetto al solito, un clima che già avevo avvertito l'anno scorso al Fibo di Colonia.
Un clima di consapevolezza che le nuove tecnologie stanno mutando velocemente questo settore come già stanno mutando velocemente il settore del retail e del commercio.
Le parole più usate sono state: on-demand, virtuale, chatbot,digitale, proximity,robotica, intelligenza artificiale, live-streaming, tracker, piattaforme, wifi, beacon, experience ecc...ec..
Insomma una vera metamorfosi rispetto ai linguaggi che si ascoltavano fino a pochi anni fa.
Il mondo cambia velocemente e quindi anche il settore del wellness si deve adattare velocemente ai nuovi trends e ai nuovi bisogni di un consumatore sempre più on line e informato.
Ecco che allora vengono proposte nuove soluzioni di marketing sempre più vicine alla logica del negozio, punto vendita al quale un centro fitness potrebbe ispirarsi.
Lo shopper marketing è un argomento che nessuno ha trattato nello specifico ma che ben si addice al settore del fitness.
La connettività perpetua è uno degli scenari che ha “rinvigorito” l’approccio dello shopper marketing, perché mette il titolare di un centro fitness di fronte alla necessità  di ripensare il processo d’acquisto e le strategie per influenzarlo.
Oggi, infatti, il Wi-Fi in store rappresenta un investimento che i centri fitness sono disposti a sostenere nellottica di massimizzare il servizio reso al visitatore del centro e, al contempo, sfruttare la connettività gratuita per “aprirsi un varco” all’interno di smartphone e altri device personali e ottenere preziose informazioni sulla personalità, le abitudini e gli hobby del potenziale consumatore.
Per conoscere meglio il cliente appare, quindi, fondamentale integrare, in una shopping experience unica e fluida, il mondo offline dei centri fitness – caratterizzato dalle tradizionali promozioni in store – con quello online dei device digitali interattivi e degli smartphone. Da questa sinergia nascono nuove opportunità di ingaggio, di coinvolgimento del cliente che muovono dalla conoscenza approfondita della sua personalità, delle sue frequentazioni e dei suoi comportamenti per attivare una comunicazione mirata a influenzare i suoi acquisti.

Post popolari in questo blog

Inbound marketing per vendere benessere :cambia il comportamento di acquisto, occorre attrarre i clenti

Inbound marketing per il tuo centro fitness :sei pronto?

Intelligenza artificiale : arrivano i chatbot nel wellness

Intorno al “fenomeno chatbot” stanno nascendo ogni giorno nuovi servizi e nuove imprese.  Il via ufficiale alla corsa ai chatbot l’ha dato Mark Zuckerberg lo scorso 12 aprile quando, in occasione della conferenza a San Francisco dedicata agli sviluppatori, ha presentato i chatbot per Messenger, ovvero i programmi software che utilizzano il servizio di messaggistica di FB quale interfaccia attraverso la quale eseguire un numero determinato e circostanziato di compiti, dal fissare un incontro a dare notizie sul meteo.
Cosa è un bot? Con la parola “bot”, abbreviazione di “robot”, in informatica si intende un programma che ha accesso agli stessi sistemi di comunicazione e interazione con le macchine usate dagli esseri umani. In pratica sono programmi informatici che “parlano” come gli esseri umani. Siri e Cortana, gli assistenti personali messi a disposizione rispettivamente da Apple e Microsoft.
Nell’ambito del customer service, le chatbot utilizzano il potere crescente dell’intelligenza arti…