Gli activity tracker per il benessere fisico: quali gli ultimi in commercio

Stare bene ed allenarsi con dei bracciali al polso: gli activity tracker sono esteticamente accattivanti e funzionali per il benessere fisico. Ecco gli ultimi.

Il nome è più complesso del loro utilizzo: si chiamano “activity tracker” e sono dei bracciali che servono a verificare l’allenamento quotidiano attraverso dei sensori di movimento e la registrazione di passi compiuti, scalini, battiti cardiaci, movimenti durante il riposo notturno. Lo scopo? valutare il livello di benessere personale e segnalare quando non si sta facendo il dovuto per il proprio fisico, senza strumenti invasivi ma con un device dall’elevata portabilità ed esteticamente accattivante.
Lo smartphone o il pc restano sempre indispensabili per rendere operativi questi dispositivi: il dispositivo, infatti, comunica con delle app che registrano i dati e ne permettono l’utilizzo per un feedback dettagliato sul proprio stato fisico.
Jawbone ha prodotto un piccolo bracciale che dialoga con lo smartphone attraverso l’app “UP”: se si scatta una foto al piatto dice quante calorie contiene e quali sono i nutrienti; durante il riposo notturno monitora i movimenti per valutare se si dorme bene o troppo poco; monitora le attività quotidiane e lo smartphone registra i dati rilevati (129 euro).
Fitbit Flex ha realizzato un tracker che va bene anche in piscina. Vengono monitorate le bracciate fatte, i dati sono inviati via bluetooth allo smartphone che li registra tramite l’app dedicata. Durante la nuotata, i led sul bracciale si accendono per avvisare sulla performance di nuoto che si sta eseguendo e andando sul sito www.attiva.com si possono scegliere i vari percorsi d’allenamento e traguardi da raggiungere (99 euro).
Mio Alpha misura il battito cardiaco attraverso un bracciale e tramite sensore ottico “dialoga” con un’app dedicata. Per chi fa running, soprattutto, il bracciale segnala tramite icone la soglia di sforzo raggiunta, quindi quando fermarsi o sforzarsi di più (199 euro).
FuelBand ha realizzato in collaborazione con la Nike un bracciale per monitorare il movimento, raggiungere dei traguardi accompagnati dalle variazioni di colore dei 20 led disponibili, e vincere dei punti registrandosi sul sito www.nike.com e comunicando con la rete via pc o smartphone (149 dollari sullo store della Nike).
Motoactv ha prodotto Accusense: un activity tracker per monitorare le attività indoor ed inviare via wi-fi i dati al proprio device, utilizzando il Motoactv Training Portal. Frequenza cardiaca, calorie consumate, ed altri parametri vengono registrati per oltre 40 tipi di attività sportive customizzate. I dati vengono visualizzati e le performance migliori sincronizzate con una playlist da ascoltare ad ogni allenamento su misura. Un localizzatore GPS ed un contatore dei passi completano i tool del dispositivo (299$ quello da 8GB).
L’ultimo non è un bracciale, bensì una chiavetta usb firmata Geonaute. La funzione non cambia: conta i passi che compi ed il consumo di calorie; collegato al pc registra i segnali rilevati su my.geonaute.com, per individuare i propri obiettivi di performance ed, eventualmente, migliorarsi (34 euro).
Ancora “in progress” l’activity tracker firmato LG: lo Smart Activity Tracker mostra al polso messaggi di testo e chiamate in arrivo sul proprio smartphone, oltre ad avere un GPS integrato e misurare la frequenza cardiaca. Android e iOS sono entrambi supportati per dialogare tramite app con l’iper-tecnologico braccialetto dotato di touchscreen.