Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2010

Come è andato settembre? Tempo di bilanci!

Il mese di settembre è per tradizione il mese dei tour spontanei … ma quest’anno come sono andati i tour?? Certamente i club che hanno pianificato settembre già da prima dell’estate , hanno raccolto i frutti delle loro azioni di marketing ma chi non aveva pianificato commercialmente si è trovato ad affrontare una calo dei tour spontanei … con quello che ne consegue. Oggi nei club organizzati commercialmente, i tour spontanei non sono la linfa a cui attingere ma sono un surplus rispetto al lavoro quotidiano che è dato dai tour da referrals e dagli appuntamenti di fidelizzazione. Avere un metodo di lavoro consente ai club di gestire mensilmente obiettivi commerciali pianificati sulla base dei potenziali referrals e quindi non su quello che arriva ma su quello che facciamo arrivare!!
L’80% dei tour sono tour indotti ovvero il risultato di azioni all’interno o all’esterno del club. Su questi tour la propensione all’iscrizione è più alta.
Il consulente marketing è colui che vi guida nell’a…

L'importanza di conoscere il cluber e i suoi comportamenti

Risulta di primaria importanza per un centro fitness dotarsi di una procedura interna di lavoro che, tramite azioni e contatti, offre la possibilità di conoscere le informazioni relative ai comportamenti dei cluber in relazione a campagne di marketing e a sollecitazioni promozionali. Per questo occorre conoscere la storia del cliente nei suoi comportamenti partendo dal punto che non tutti i clienti sono uguali.
Clienti migliori generano maggior profitto e sono il volano commerciale della nostra azienda.
Occorre investire sui clubers ad alta profittabilità, ovvero su coloro che nel corso del’abbonamento mantegono alta la frequenza (indice di soddisfazione), generano passaparola positivo, portano nuovi clubers e si fidelizzano utilizzando anche altri servizi del centro (cross- selling).