venerdì 12 dicembre 2014

Utilizzo defribrillatore nelle società sportive


Dal 1 gennaio 2015

OBBLIGO DEL DEFIBRILLATORE
Il DAE e’ obbligatorio: 1. su ogni Mezzo di Soccorso di Base (MSB) e Intermedio (MSI) inserito nel sistema di emergenza sanitaria regionale 2. sui mezzi di soccorso che prestano assistenza a manifestazioni sportive o eventi organizzati per i quali e’ prevista un’assistenza sanitaria 3. presso Societa’ Sportive sia professionistiche sia dilettantistiche e all’interno d’impianti sportivi (es. palestra), nonche’ durante lo svolgimento delle attivita’ sportive (es. attivita’ fuori da scuola) 4. sui mezzi deputati al trasporto sanitario e sanitario semplice soltanto per i soggetti che beneficiano dell’assegnazione delle apparecchiature 5. nei luoghi facenti parte di un progetto PAD (pubblico accesso alla defibrillazione) strutturato e autorizzato Il DAE e’ fortemente consigliato: 1. nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie, pubbliche e private, accreditate o autorizzate, ove non sia gia’ presente una risposta all’ emergenza, strutturata o istituzionalizzata, che preveda l’impiego di un defibrillatore (es. studi medici, ambulatori dentistici) 2. in ambienti a elevata densita’ di popolazione (es. ipermercati) Il DAE e’ utile: 1. nelle strutture, fisse e/o mobili, nell’ ambito d’istituzioni coinvolte nella gestione dell’ ordine pubblico ed emergenza (es. polizia locale) 2. in luoghi pubblici non rapidamente raggiungibili dal sistema di emergenza 3. per le localita’ remote sono state identificate le farmacie quali sedi di collocazione dei DAE 4. negli ambulatori delle strutture sanitarie e nelle strutture ambulatoriali 5. in ambito domiciliare, per quanto riguarda i pazienti potenzialmente a rischio di morte cardiaca improvvisa



Allegati:

lunedì 1 dicembre 2014

Palestre e social network per aumentare i contatti: un esempio di lead generation da 24 Hour Fitness



La catena americana 24 Hour Fitness ha voluto sviluppare tre obiettivi principali,: sfruttare la potenza esponenziale dei social, stimolare l'efficienza mentre tagliando i costi, e raccogliere i dati da piattaforme sociali per produrre comunicazioni più rilevanti.

Ecco come funziona: i soci della palestra esistenti possono condividere offerte di prova visitando sistema raccogli informazioni on-line o in club di 24 Hour Fitness e accedendo direttamente attraverso le loro reti sociali, come Facebook, Pinterest, o Twitter. L'offerta di prova viene quindi pubblicato nella pagina del socio esistente, nonché sulle pagine dei collegamenti con i quali l'accordo è condiviso. Non solo i log-in sociali contribuiscono ad espandere la portata del marchio, ma forniscono anche a 24 Hour Fitness  nuove fonti di dati. 


Ad esempio, quando i soci accedono al proprio profilo tramite log-in ,al centro benessere è concesso l'accesso al profilo del pubblico informazioni in modo che del socio come nome e indirizzo email, 24 Hour Fitness può anche chiedere il permesso di accedere ai dati aggiuntivi oltre le informazioni del profilo pubblico..
Per quanto riguarda i soci che preferiscono condividere l'offerta di prova via email, 24 Hour Fitness può controllare gli indirizzi email dei destinatari con il suo database per determinare quanti hanno richiesto il free pass. In questo modo il centro fitness per inviare e-mail mirate di pricing e informazioni promozionali in base a dove le prospettive sono nel ciclo di acquisto.

Entro i primi tre mesi dal lancio del programma, 24 Hour Fitness accumulato più di 331.500 riferimenti di contatto diretto con il programma o circa $ 3 milioni in valore media online. Inoltre, il marchio ha ottenuto più di 8.400 rinvii di programma diretti in Gennaio 2014, che ha provocato più di 600 mila dollari da nuove unità utente e ricavi lifetime value.

Inoltre, 24 Hour Fitness è stato in grado di identificare quali social network utilizzano i soci esistenti per  condividere i loro passaggi Nei primi nove mesi, il centro benessere ha stabilito che le sue azioni di Facebook sono diminuiti dal 77,4% al 58,9%, mentre le sue azioni Pinterest passano da quasi inesistente al 11,2%. "Questo è anche un dato positivo "perché da una strategia di pubblicità digitale, vogliamo stabilire e dove la gente va e dove le persone sono interessate ad aiutare i loro amici a cercare fitness e benessere."

Se lasciate la vostra mail vi invierò il case study in pdf.