martedì 27 settembre 2016

Quali sono le prospettive dell' Inbound Marketing?: Scopri la ricerca HubSpot 2016

E’ on line l’ottavo Report State of Inbound pubblicato da HubSpot, provider della più famosa piattaforma di inbound marketing nel quale è riassunto in maniera inequivocabile la mission alla base della metodologia Inbound: cambiare il modo in cui le aziende fanno business con un approccio più utile per il consumatore e quindi più umano ed empatico. 
Negli ultimi dieci anni questo approccio ha raccolto un numero sempre crescente di simpatizzanti, una vera e propria community di marketer e sales manager che ogni anno è coinvolta in prima persona nella definizione del Report State of Inbound.
Perché scegliere l’inbound marketing?
Il punto centrale del Report consiste nell’evidenziare le esigenze e le priorità di aziende e marketer: e non è un caso che al primo posto si confermi la necessità di convertire i visitatori attratti in lead e clienti acquisiti. Solo al secondo posto si posiziona la crescita di traffico al sito web aziendale, seguita al terzo posto dagli obiettivi legati alle attività di upselling.
Non ultimo, tra le prospettive di evoluzione futura dell’inbound marketing è la ricerca di nuovi canali per veicolare più efficacemente i contenuti. Non sorprende, in questa prospettiva, che la maggioranza degli intervistati riservi un posto d’eccezione ai video nel proprio piano strategico. In particolare, YouTube si conferma la principale piattaforma per la creazione e la distribuzione di video e il 49% dei marketer intende continuare a integrarla nella propria content strategy. Tuttavia, all’orizzonte si profilano nuove piattaforme, prima tra tutte quella di Facebook: ben il 39% degli intervistati punterà al Social di Zuckerberg per la propria pianificazione di contenuti video. Al terzo posto: Instagram, che raccoglie i favori del 33% degli intervistati.
Inoltre, il 73% dei marketer sostiene di utilizzare Facebook per fini commerciali, apprezzandone soprattutto le infinite possibilità di tracciamento e analisi del pubblico.
Modelli di vendita
Cresce il Social selling: il 42% dei buyer intervistati sostiene di aver implementato gli investimenti sui social network per scopi commerciali. Cresce soprattutto la valenza di LinkedIn come canale di connessione professionale, soprattutto tra le aziende B2B; allo stesso tempo, viene riconosciuta l’importanza del training e dell’integrazione del CRM come strumenti indispensabili per un processo di vendita più fluido, personalizzato e coinvolgente, a danno delle obsolete cold call.
L’orizzonte è ormai chiaro: un numero sempre crescente di aziende tenderà ad integrare marketing e processi di vendita improntando verso una comunicazione diretta, customizzata, fondata su conversazioni social e su contenuti di qualità.


venerdì 23 settembre 2016

Bewellness blog:: Inbound marketing per vendere benessere :cambia il...

Bewellness blog:: Inbound marketing per vendere benessere :cambia il...: Per decenni i fitness club hanno adottato strategie di marketing tradizionale per prendere clienti: Spedire offerte a liste di indir...

Crossing selling service : the core business strategy for the health clubs


The fitness center business planning must take into account the sales potential, not only in the center of the subscriptions, but also of ancillary services. The latter must be understood as additional to 'subscription, is ranging sold to those who have already bought the basic subscription. We must take into account that, a center with ancillary services, such as massages, spa packages, services of personal trainers, must provide a development potential of 20% in addition to basic subscriptions. It 'clear that we need a precise procedure to develop the sale of add-on packages that is the basis of a cross-selling strategy.
For cross-selling (cross-selling) means that strategy and sales technique which aims to offer the customer the purchase of a second supplementary or additional service on the first.
The cross-selling becomes a sales technique when the instructor, in the technical initial check-in or check verification, proposes systematically to a second service customer, complementary or additional to the first, the one actually required, according to the characteristics of the person.
In this case it opens an unexplored market and surprising potential
Through the sale of services leads to two strategic objectives:
Customer loyalty / increase the value of the company.
We can say that customer loyalty is based on the two pillars of satisfaction and the so-called “cross-selling”. The cross-selling actions are important because they allow increasing revenue, and because increase the strength of the customer in the face of competitive offerings. Do not forget that when you do not seize the opportunities of cross-selling you leave space to enter competition at our customer.






Sport marketing mobile: ora le App supportano tutte le fasi del Crm

Dall’ Advertising al Post-vendita, le App supportano ormai tutte le fasi del Crm, ovvero attraverso contenuti e App Mobile si possono supportare ormai tutte le fasi dell’interazione con il consumatore finale, e infatti si parla di “Mobile CRM” come insieme di Mobile Advertising e Promotion, Mobile Pre-Sales, Mobile Commerce, Mobile Payment, e Mobile Service post-vendita.

Un esempio in tal senso arriva da Nike con
 L' App Nike+ dedicata ai clienti di Nike Plus, tecnologia che fa dialogare scarpe predisposte grazie a un sensore nella suola con iPhone e iPad. E’ un’App  che permette di monitorare l’attività fisica e accumulare punti fedeltà “NikeFuel”, e condividere con gli amici dati delle prestazioni e obiettivi raggiunti..
Dei suoi clienti, Nike sa moltissime coseDove corrono, con quali prestazioni, quali sport seguono e praticano, chi sono i loro idoli sportivi e i loro amici sui social. Ma anche i gusti di abbigliamento e le li scarpe e taglie di t-shirt. Dati che gli utenti forniscono divertendosi, secondo i concetti della "gamification". 
Moltissimi degli utenti di queste app condividono con Nike e con le community social che nascono intorno ad esse i dettagli sulle proprie esperienze sportive e gusti. E grazie a questi dati, Nike risponde in modo sempre più personalizzato.
 Un esempio è l accordo con Spotify per mettere a disposizione degli utenti dell’App Nike+ 30 milioni di brani da ascoltare mentre si corre, ma con un approccio molto innovativo. L'App infatti propone una playlist "cucita su misura" in funzione del ritmo di corsa dell'utente e delle preferenze musicali che ha impostato. 

Ma per la precisione l'obiettivo è di ispirare lo shopping.

Ciascun utente avrà sullo smartphone un negozio virtuale, con i prodotti preferiti, e servizi come la possibilità di fissare un appuntamento in negozio, di avere sconti sulle anticipazioni di nuovi modelli, chat con esperti che assistono nell’acquisto, e codici QR Code da presentare in negozio per essere riconosciuti come membri del Club e pagare rapidamente (l'app è integrabile in Apple Wallet).

mercoledì 21 settembre 2016

Inbound marketing per vendere benessere :cambia il comportamento di acquisto, occorre attrarre i clenti



Per decenni i fitness club hanno adottato strategie di marketing tradizionale per prendere clienti:

  • Spedire offerte a liste di indirizzi

  • Spedire liste di email

  • Coprire con volantinaggio zone limitrofe

  • Fare pubblicità su mezzi locali

  • Affissioni e offerte a liste di indirizzi

  • Spedire liste di email

  • Coprire con volantinaggio zone limitrofe

  • Fare pubblicità su mezzi locali

Se una persona voleva informazioni  riguardo ad un club doveva chiamare o presentarsi a parlare con un venditore e generalmente approfittava della promozione del giorno .
Oggi questa strategia non funziona più…il telemarketing può infastidire
Internet ha cambiato il processo di acquisto, oggi il consumatore prima di comprare si informa sul web, sito, recensioni, confronta e cerca ciò che vuole 
L'pplicazione dell’inbound marketing al settore fitness significa creare contenuti che rimandino al sito per l’acquisizione di lead qualificati che possano interagire con il reparto vendite
Le persone cercano informazioni riguardo quello di cui hanno bisogno, quello che un fitness club può dare loro: quindi primo passo è attrarre queste persone sul vs. sito attraverso magari un blog che indirizzi al sito
Quindi è necessaria la Creazione di una landing page, una pagina dedicata alla raccolta di nominativi dietro una call to action quale iscrizione alla newsletter del centro fitness
La landing page può essere generata direttamente da un link all’interno di un post di facebook ,o di un altro social network
Una volta approdati sulla landing page, gli utenti recuperano parte dei contenuti di proprio interesse ed hanno la possibilità di compilare form di contatti agili per essere ricontattati e per scaricare eventuale coupon omaggio.

lunedì 19 settembre 2016

Lo Sport è divertimento: datti una mossa con Legnano si muove !

Il primo obiettivo al rientro delle vacanze deve essere uno solo:
 migliorare la forma fisica e muoversi di più.
Un italiano su tre è totalmente sedentario e altrettanti sono parzialmente attivi.
Il ritorno alla routine può essere un buon momento per una sana autocritica e provare a fare di più iscrivendosi in palestra o fare attività fisica all'aperto.
Settembre e Ottobre sono i mesi ideali per fare attività fisica.
Inoltre con l'attività fisica si combatte la sindrome da rientro con tutti gli stress connessi.
La parola d'ordine è gradualità : passeggiate giri lunghi in bicicletta, corse leggere nei parchi.


A tal proposito una lodevole iniziativa da segnalare come esempio è stata presa dal comune di Legnano con il programma  "Legnano si muove" :Tanti eventi GRATUITI dedicati all’ attività fisica, al tuo benessere all ’aria aperta per farti riscoprire il gusto e il piacere di stare bene, insieme agli altri fino al 24 settembre al parco Castello.

lunedì 12 settembre 2016

Inizia la Settimana Europea dello sport : #Beactive dal 10 settembre 2016


 Dal 10 al 17 settembre 2016, come previsto dalla Commissione Europea, sulla base del Piano di lavoro dell'UE per lo sport 2014-2017 e della Raccomandazione Health-Enhancing Physical Activity "HEPA" sulla promozione trasversale ai settori dell’attività fisica salutare, si terrà la "II Settimana Europea dello sport - EWoS", volta a promuovere la partecipazione sportiva e l'attività fisica di base nei Paesi membri dell’UE. 

La Settimana Europea dello Sport sarà una grande opportunità per scoprire che ci sono molti modi divertenti per essere attivi nel lungo periodo. Per essere il più possibile vicini alla vita quotidiana degli Europei, gli eventi organizzati si concentreranno sullo sport nei contesti educativi, sul posto di lavoro, all'aperto, nei club sportivi e nelle palestre.


Come sottolineato daTibor Navracsics , il commissario europeo per l’istruzione, la cultura, i giovani e lo sport, nell'ambito della Settimana Europea dello Sport, scopriremo anche com'è facile integrare sport e attività fisica nella nostra vita quotidiana e trarne beneficio tutto l'anno. Fare attività fisica è fondamentale non solo per motivi di salute, considerato che, per esempio, un undicenne su tre è sovrappeso o obeso e il 37 % degli europei rimane seduto per più di 5 ore e mezza al giorno. In Italia solo il 30 % della popolazione dichiara di fare esercizio fisico o di praticare sport regolarmente o con una certa regolarità. L'inattività può avere effetti negativi gravi sulla qualità della vita e comportare costi elevati per le nostre economie e le nostre società.